Il Purtellu 1.jpg

IL RIONE PURTELLU

UNA DIFESA FATTA DI VICOLI E PORTALI

Potrebbe interessarti...

SAM_1996.JPG

Redazione: Nolitourism.it

Logo ridotto.jpg

Castello di Monte Ursino, da torre di avvistamento a complesso fortificato

SAM_0386.JPG

Redazione: Nolitourism.it

Logo ridotto.jpg

Passeggiata Dantesca, la natura a due passi dal mare

SNC01421.jpg

Redazione: Nolitourism.it

Logo ridotto.jpg

Chiesa San Paragorio, il Monumento simbolo di Noli

 

Le Porte della Città e le Caseforti

Come dimostrano le carte topografiche più antiche, Noli era completamente chiusa da una cinta muraria con tre sole aperture sul lato mare: Porta Viale a levante, Porta di Piazza al centro e il Portello a ponente. La città murata presenta edifici chiamati caseforti.

Studiando la loro collocazione in un contesto edilizio medievale, è riscontrabile la loro ricorrente posizione d'angolo, e strategica per il controllo del percorso (unica funzione in comune con le torri). Similmente alle torri, presentano un alto basamento in conci di pietra verde locale di grandi dimensioni, lavorati a bugnato. L'ingresso, rialzato rispetto alla strada, è affidato ai portali con architrave a lunetta, sormontata da un arco ogivale a due o più conci. Le caseforti si distinguono anche per lo spessore dei muri, superiore a quello delle abitazioni medievali, ma inferiore a quello delle torri.

Casa Pagliano e il Forte del Portello

Casa Pagliano (XIV secolo) viene chiamata così dal nome del suo proprietario ed è una costruzione medievale restaurata da Alfredo D'Andrade nel 1906. L'edificio presenta i tipici elementi delle abitazioni private medievali di Noli: alto basamento in pietra verde locale con la parte superiore in mattoni in cui si aprono trifore e bifore di grande eleganza.

Accanto alla casa torre si possono ancora intravedere i resti, ormai inglobati in un albergo, di una fortificazione: si tratta del Forte del Portello (XVI secolo). Costruito nel 1565, viene poi congiunto con un arco a una torretta detta "Torre dello Sperone" o "delle forche" che sorgeva sulla spiaggia a difesa del porto. Sia l'arco che la Torre vengono abbattuti all'inizio del XIX secolo mentre si costruiva l'attuale Via Aurelia.